Category: DEFAULT

Se Non Fossimo Soli - The Barbacans - Mai Sepolti

Immaginate di vedere un grande volano che per fermarsi ha bisogno di un lunghissimo lasso di tempo. Un volano grosso e pesante che include tv, giornali e mezzi di comunicazione convenzionali Quel volano si sta fermando, lentamente ma si sta fermando, i numeri non mentono mai.

Per tutti quelli che sono andati alle Primarie del PD. Avete preparato la vaselina? Buona lettura Letta cinguetta, i cittadini no A questo punto come si fa a non sorridere? Hanno partecipato alla grande abbuffata e parlano di "scandali". In pratica si danno tempo per coprire debiti, buchi e riposizionare parassiti in altri ruoli Bastava una firmetta per rinunciare a quei soldi ma non potevano farlo, meglio ingannare per l'ennesima volta i cittadini, meglio trovare i sodi in qualche modo e succhiare tutto il sangue possibile dalla solita vittima.

Niente da aggiungere Letta come sta Geppetto? Dal Sole 24 ore:. A volte serve andare sul tetto di Montecitorio, fatelo sapere a Renzi Per gli elettonti che domani andranno alle Primarie del PD. Puoi mettere il segretario che vuoi, ma la classe dirigente e' sempre la stessa. Dice cose giuste, ma non le diceva Veltroni? Non le diceva Bersani? Mi spiace crediate ancora a queste favole. Una persona seria, perdendo le primarie ed essendo in netta contrapposizione con gli altri due, dovrebbe uscire dal PD e fondare un nuovo movimento, se no fa solo figura di guano.

Basterebbe ragionarci un po'. Vediamo gli scenari. Vince Renzi, oppure vince Cuperlo, o Civati, ma poi gli altri due e le loro correnti cosa faranno?

Si adegueranno? Ma non scherziamo. Ma lo capite che comunque vada non molleranno la sedia? Resteranno all'interno soffiando sulle ceneri E i M5S che fanno? Grillo ha poi sostenuto di andare subito al voto, anche con il porcellum, per mandare a casa l'attuale compagine governativa, incapace di risolvere i problemi del Paese. Nik IlNero. La fattoria degli animali Eppure, ora, vogliono darsi da fare, ci vogliono pensare loro.

Non mollano La rabbia fuori dal palazzo sale, ma non la sentono e vanno avanti, come se niente fosse. Ricordano la " Fattoria degli animali " di George Orwell e come in quel racconto i cittadini considerati sudditi da vessare, si ribelleranno.

Per questo io ho paura, tanta paura. Penso che fosse per le leggende che lo circondavano: racconti di un uomo sepolto da cinquecento anni che ai suoi tempi era stato a sua volta uno sciacallo e da un sepolcro magico aveva rubato un potente talismano. Ricordo che scavammo la tomba dello sciacallo a forza di badilate e godemmo dell'immagine di noi stessi, della fossa, della luna che ci spiava, degli alberi grotteschi, dei pipistrelli enormi, dell'antica chiesa con i fuochi fatui, degli odori tremendi, del vento della notte che soffiava gentile e del misterioso abbaiare udito o intraudito, sulla cui esistenza oggettiva non potevamo giurare.

I resti erano abbondanti, molto abbondanti per una reliquia di cinquecento anni prima. Nella bara c'era un amuleto esotico e dal disegno bizzarro che, a quanto pareva, si era consumato intorno al collo del cadavere. Rappresentava, in modo stilizzato, un cane alato che sta per spiccare il balzo o forse una sfinge dalla faccia canina, ed era ricavato con squisita arte orientale da un frammento di giada verde. Appena vedemmo l'amuleto sapemmo che dovevamo possederlo, che quel tesoro era il premio riservatoci dalla tomba secolare.

Ci impossessammo dell'oggetto di giada, demmo un'ultima occhiata al volto bianco e senza occhi del suo proprietario e chiudemmo la tomba come l'avevamo trovata. Mentre ci allontanavamo da quel posto terribile, con l'amuleto in tasca di St. John, avemmo l'impressione che i pipistrelli scendessero in massa sulla terra che avevamo smosso un momento prima in cerca di un disgustoso, detestabile nutrimento.

Ma la luna d'autunno era troppo debole e pallida, non potevamo esserne sicuri. Era debole e malandata. Non ci ha messo molto a seguirlo, poveretta, e un po' di pace alla fine l'ha trovata. Non potei fare a meno di fissare il fuoco, palesemente dubbioso. Osservai sagacemente che se la cosa non importava a lui, a chi doveva importare? Giusto, vecchio mio!

Quando che l'ho conosciuta, si parlava sempre che ti tirava su con le sue mani. La gente diceva che era gentile da parte sua, e lo dicevo anch'io, come tutti gli altri. Non piangere, vecchio mio!

Allora, quando che prendi in mano la mia istruzione e guarda che ti dico subito che sono duro di testa, ma proprio duro tua sorella non deve vedere cosa combiniamo. Aveva ripreso in mano l'attizzatoio, senza il quale dubito che sarebbe riuscito a portare avanti la sua dimostrazione.

Come una specie di ribelle, capisci, no? So cosa vuoi dire, Pip; aspetta un momento. Non ti nego mica che certe volte la fa da Gran Mogol con noi. Una gran mente. Giovane com'ero, son convinto che da quella sera provai una nuova ammirazione per Joe. Dopo di allora continuammo a esser compagni alla pari, come in precedenza; ma dopo di allora, quando nei momenti di quiete me ne stavo seduto a guardarlo e a riflettere su di lui, ero consapevole di provare in fondo al cuore un nuovo senso di rispetto nei suoi confronti.

Talvolta, nei giorni di mercato, mia sorella usciva con zio Pumblechook per assisterlo nelle compere per la casa che richiedevano un parere femminile, essendo lui scapolo e non nutrendo fiducia alcuna nella sua domestica. Era giorno di mercato, e mia sorella era impegnata in una di quelle spedizioni.

La notte era fredda e asciutta, il vento pungente, il ghiaccio bianco e compatto. Avevamo appena completato i nostri preparativi, che arrivarono imbacuccati fino agli occhi. Guardai Joe, con moto di labbra e sopracciglia: Lei? Va a fuoco la casa? E dubito che persino tu arrivi a tanto. E lui ci va di sicuro. Avevo sentito parlare di Miss Havisham dei quartieri alti - chiunque per miglia intorno ne aveva sentito parlare - come di una signora immensamente ricca e arcigna, che stava in una grande casa tetra, barricata contro i ladri, conducendo la vita di una reclusa.

Chiaro come il sole! E adesso, Joseph, sai come stanno le cose. Dio benedetto! Non mi ero mai separato da lui prima di allora, e un po' per l'emozione, un po' per la saponata, dal calesse non riuscii all'inizio a vedere le stelle. I due incisivi superiori sono leggermente distanti, una piccola imperfezione che rende il suo sorriso sbarazzino. Allunga la lingua per catturare il boccone di vitella e subito la mia fantasia galoppa. Il tutto dura pochi istanti, ma alla mia libido non potrebbe fregargliene di meno.

Erano secoli che non mi eccitavo di fronte a uno spettacolo del tutto innocuo. Credo di dover risalire ai miei tredici anni, quando la baby-sitter di mia sorella me lo fece venire duro inchinandosi a raccogliere un peluche. Farmi abbassare le difese con cibo e champagne? Sono lusingata Lex, davvero. Devo stare calmo e ricordarmi sempre con chi ho a che fare.

Mi alzo e la fisso intensamente. Ora sei tu ad avere bisogno di me. Prenditi tutta la corda che vuoi, tanto prima o poi ti impicchi, penso. Non ti azzardare a portarmi quella poltiglia turca. Potrei diventare volgare. Una volta in biblioteca, apro il laptop e lei mi porge una chiavetta. Ora tu lo apri e non lo scarichi. Potrai leggerlo una sola volta e poi potremo contrattare. Carico il documento e poi le porgo il PC. Digita qualcosa e me lo riconsegna. Mi metto comodo e inizio a leggere, mentre lei vaga incuriosita osservando i libri sugli scaffali.

Due ore dopo alzo lo sguardo dallo schermo e mi massaggio il collo indolenzito. Ne approfitto per osservarla meglio. Ha ciglia lunghe, occhi grandi ed espressivi e due labbra che evito di guardare di nuovo. Alza la testa e mi sorprende a fissarla. Posa il libro e si stiracchia senza vergogna, soffocando uno sbadiglio.

Allunga la mano indicando la chiavetta e io la estraggo dal computer e gliela porgo. Come la prende la infila nella tasca dei pantaloni e si accomoda meglio. Sento di aver ripreso il controllo della situazione. Questo depone a mio favore. Qualunque cosa sia questa ulteriore richiesta, le provoca stress. Fammi sapere. Resto un attimo interdetto.

Lo sta facendo davvero? Mi sta mollando qui come un idiota? Che cosa aspetta a richiamarmi? Idiota, presuntuoso, egocentrico miliardario di merda! Non mi sembra di averti congedato! Lui mi fronteggia con la stessa forza. Gambe larghe, mani sui fianchi, denti bianchi e perfetti digrignati dalla rabbia. Maschio alfa dei miei coglioni! Per reazione anche il mio avversario fa lo stesso. Probabilmente sta valutando come io possa apparire pericolosa con il mio metro e settanta scarso di altezza a fronte del suo metro e novanta, non contando la notevole discrepanza di massa muscolare.

Il suo perfetto mondo, da sempre assoggettato al suo controllo, sta crollando e io mi sto godendo ogni singolo istante. Accavallo le gambe e resto in attesa che parli. Su questo non possono esserci fraintendimenti, nessuno deve sapere che sarai tu a riscrivere il libro della Ferbes. Sarei tentata di dire di no senza neanche leggere il contratto, ma ho bisogno di questo lavoro.

Non per i soldi, quelli nella vita non hanno mai fatto grande differenza, almeno per come sono stata educata io. Apro il contratto e inizio a leggere.

Solite cose, come ha detto lui. Un milione di dollari a manoscritto per cinque anni! Un milione di dollari per fare quello che amo fare. Sento i suoi occhi su di me, penetranti come raggi laser. Per un momento ho come la sgradevole sensazione che possa leggermi nella mente. Ci aggiungerei la risposta sincera a una domanda e due nuove clausole. Fatto questo direi che possiamo firmare. Va bene! Mi ha mollato per una serie di divergenze insanabili. Pretendeva qualcosa che non ero disposto a concedere.

Satiri stronzi che pensano di avere il paradiso nel cavallo dei pantaloni. Quando mi rendo conto che sto fissando proprio quello, arrossisco come una ragazzina. Mi guarda sorpreso e poi inizia a ridere. Me la scopavo su questo stesso divano, se lo vuoi sapere. Bravissima con i pompini, poca fantasia per il resto, ma molto generosa.

Erano anni che non mi succedeva, sapete? Non ho mai avuto problemi con il sesso, mi piace il sesso, lo amo come teoria e come pratica.

Probabilmente crede di aver segnato un punto. Ci sono tante persone giuste ma, spesso, vengono emarginate e invece tanti delinquenti se ne vanno in giro liberi e contenti? E ho letto negli occhi di tante persone, purtroppo anche di tanti giovani, la sfiducia, la mancanza di coraggio Allora ho capito il vero problema della fede nella risurrezione… fin dall'inizio!

Tutto sembrava finito! E poi, pian piano Se ha un corpo, dove sta? Sono domande a cui non potremo mai rispondere! Credo veramente che Lui ha ragione? Provate ad immaginare quanta gente come noi, oggi, in chiese grandi e piccole, sta radunata per celebrare il Signore risorto, per dire, per gridare l'Alleluia di Pasqua!

Se posso darvi un consiglio: lo do sempre volentieri "Non guardate troppo la televisione". Vi riversa negli occhi e nel cuore tutto il male del mondo, tutto il dolore, tutta la sofferenza del mondo Guardatevi intorno Non ha ragione la morte, non ha ragione la sofferenza, non ha ragione la violenza, non ha ragione il denaro, non ha ragione la sopraffazione Lasciate le grandi teorie dei teologi che cercano di interpretare, di argomentare E poi mi sembra di aver capito qualche cosa!

Questo vale nella scienza Pensate - se volete - a uno come Galilei E, questo, non vale soltanto per la scienza, per l'arte Pensate a che cosa sarebbe stata la storia del secolo scorso se gli uomini avessero imparato a pensare, a prendere le distanze da personaggi come Mussolini, Hitler, dalle leggi razziali, da quella propaganda insistente che era stata inventata da menti "geniali" per condizionare la gente!

Folle immense applaudivano! Immagini mitiche Voglio mettere le mani, toccare, sperimentare! Pio XI chiamava Mussolini "l'uomo della provvidenza". In Germania schiere di vescovi, di cardinali, di preti e di cristiani di tutte le razze, hanno esaltato Hitler fidandosi ciecamente di lui, condizionati profondamente dalla propaganda. E, anche oggi, rischiamo di essere vittime di questa propaganda insistente che continuamente ci circonda.

Chi ha spirito critico? Ma questo che vale per la vita sociale, politica vale anche per la religione. Poi qualcuno ha detto: "Ma la gente non capisce niente! Ho anche visto nel corso della mia vita di prete esaltati personaggi mitici nella Chiesa. Quando ero un ragazzo e partecipavo all'Azione Cattolica, ci dicevano che Pio XII era "il dolce Cristo in terra" qualcuno che ha i capelli bianchi lo ricorda.

Ma chi era - in quel tempo - educato a pensare con la propria testa? Altri personaggi ho visto esaltati nella vita della Chiesa e hanno fatto un danno immenso alla Chiesa e ci vorranno forse secoli per rimediare! Il Signore ci ha dato l'intelligenza per essere come Tommaso, per dover toccare, vedere, mettere la mano, cercare di capire: e, questo, vale anche per alcuni temi della fede. Quando ero giovane, il peccato originale colpiva ogni bambino che nasceva e, se non veniva battezzato, andava al Limbo, non poteva mai vedere Dio E anche il Vangelo Vi do un consiglio: non si dovrebbe fare, lo imparino i nonni, i padri, i figli: i consigli non servono a niente, ma per uno fate un'eccezione e ve lo do amate Tommaso, amatelo con tutto il vostro cuore, amate il dubbio, amate le domande, amate quelli che vogliono toccare con mano, amate quelli che tentano di pensare con la loro testa: amateli con tutto il vostro cuore.

Luca 24, Allora lo riconobbero. Non si tratta di un fatto, ma di una parabola. Guardate questi due discepoli Le loro speranze, i loro sogni finivano sotto quella croce e - come avete ascoltato - se ne vanno, dicono quella desolante parola: "Noi speravamo Ieri sera una persona raccontava una sua esperienza in un campo di calcio Gli ha risposto: "Ma in che mondo vive? Quante volte ho incontrato, nella mia ormai lunga esperienza, dei genitori, degli insegnanti a cui sembravano cadere le braccia; tutti i loro sforzi sembravano inutili.

Ecco un fuoco, una speranza che comincia a riaccendersi quando tutto sembra inutile, quando tutto sembra anche un fallimento. A qualcuno di noi danno anche fastidio! Entriamo con Lui in un rapporto di amicizia vera. Siamo noi! Quando ero un giovane prete e studiavo, mi dicevano: "Tu sei costituito pastore del gregge! Ero seduto nell'ufficio parrocchiale Se vai dietro a "loro" segui il Signore, se non vai dietro a loro sei un "ladro e un brigante".

Nella storia della Chiesa troppe volte ci siamo identificati per contrasto. Gli altri sono "ladri e briganti! E vanno condannati! Pensate ad uno dei simboli di questa storia: Giordano Bruno, bruciato sul rogo! Quando studiavo, mi parlavano di tanti eretici, uno dei principali Avete provato a leggere il "Candide" di Voltaire?

Se non lo avete fatto, provateci! Ernesto Bonaiuti uno dei grandi cristiani della storia del secolo scorso Pensavo alla mafia, ai politici corrotti E allora ci conviene non scomunicare nessuno, non identificarci per contrasto. Ho trovato, nel lungo cammino della mia esperienza di credente, tante persone che dicevano di non credere, ma che era portatori di valori veramente evangelici.

Posso darmi e darvi un consiglio? Cerchiamo con tutta la passione del nostro cuore di seguire il Signore, di camminare con Lui, di trovare in Lui, faticosamente, attraverso i dubbi e le incertezze, i valori che arricchiscono la vita, senza stancarci. Lui - che come dice l'apostolo Pietro - ha parole di vita, parole che non muoiono, ha i valori eterni per la vita dell'uomo.

Avrete dieci risposte diverse! Vedete, la religione, nasce - secondo gli studiosi - in gran parte dal bisogno e dalla paura La fede in Dio nasce, a volte, dal bisogno delle regole, delle leggi, dall'esigenza che chi ha sbagliato venga punito, magari in un'altra vita Tante immagini di Dio: chi lo vede provvidente e buono che ci viene incontro, chi lo vede giusto e severo che esige sacrifici e condanna il malvagio Se posso fare una parentesi: sui miracoli si guadagna E mi sembra che corrisponda alla mia esperienza di cristiano.

Lo stupore di fronte alla bellezza del creato, al fulgore del cielo, alla bellezza del mare, delle montagne, al sorriso di un bambino… non potrebbe esserci una bellezza superiore, un "oltre", una pienezza, uno splendore assoluto? Non solo! Ma se gli domandavate: "Tu credi in Dio? Ecco, il cielo stellato, lo splendore dell'universo e una legge morale dentro di me Nel nome del Vangelo qualcuno ha predicato l'inferno Noi siamo pieni di bisogni e dobbiamo guardarli con grande tenerezza, ma il Vangelo ci invita ad andare oltre.

Ecco, vedete, Dio nessuno lo ha mai visto! Ad un ragazzo, ma qualche volta anche a un adulto, diciamo: "Se ti comporti bene, se fai fino in fondo il tuo dovere avrai un premio, una ricompensa!

Questo succede in casa, a scuola, nel mondo del lavoro! Qui, avete notato? Se commettessi qualche delitto avrei bisogno di un avvocato difensore, non se faccio il bene… che bisogno ho di un difensore?

Tanto non combini niente! Ho conosciuto persone che nel posto di lavoro, specialmente negli uffici pubblici, cercavano di impegnarsi e si sentivano messi sotto accusa, criticati. Ecco, i primi cristiani erano convinti che potevano aprire le loro orecchie, stendere le loro antenne al "vento" di Dio. Noi non sappiamo cosa sia veramente accaduto.

Ma, attenzione! Parole di vita che cercano di comunicarci qualcosa di fondamentale e di cui dovremmo tentare di essere testimoni. Presente non solo nella Parola, ma anche nel Pane che spezziamo. Ecco il credente. Stiamo insieme per tentare di celebrare la festa di Pentecoste, la festa dello Spirito Santo, la sua discesa sugli apostoli. Quando ero ragazzo e credo che sia successo anche a molti di voi Mentre mi preparavo per diventare sacerdote Con la Cresima lo Spirito discende sul ragazzo.

Lo Spirito - ci dicevano - anima e guida la vita della Chiesa. Per fare un esempio Tutto sembrava chiaro! E tutti i ragazzi del mondo!? Ed erano domande che pian piano consideravamo serie. E, pian piano, si faceva spazio in noi l'idea che lo Spirito Tutti e due sono amati da Dio, tutti e due sono figli di Dio!

Noi non abbiamo il monopolio dello Spirito, per essere diversi dagli altri Noi potremmo guardarci intorno per cogliere in ogni angolo della terra i segni dello Spirito. Ed ecco, allora, che il nostro stare insieme diventa l'incontro gioioso di chi canta le meraviglie di Dio, di chi canta il suo dono, il suo dono per ogni uomo!

Non la festa di un gruppo, ma una festa universale; la festa di ogni uomo che sa aprirsi al "soffio" di Dio, al suo "vento" che anima la terra. Il Signore ci aiuti,. Il Dio che - secondo l'Antica Scrittura - non si dovrebbe nemmeno nominare. Il suo nome, simbolo "dell'oltre" di Dio, non va nominato dagli uomini. Il Padre di cui il Vangelo parla con parabole straordinarie Il Padre che ci conosce, ci ama!

Lo Spirito che posso sentire come il Consolatore, l'Avvocato che mi difende contro il male di questo mondo. Quando penso a Dio Padre rischio di farmene un'immagine a partire da mio padre o dai poteri di questo mondo. Troppe volte abbiamo vissuto un'immagine di Dio severa, che punisce, che castiga. Troppe volte non abbiamo cercato con passione il Volto di Dio, "l'oltre" in cui abita e abbiamo confuso il Padre con i poteri di questo mondo - addirittura - con l'imperatore o con i regnanti.

Con la croce abbiamo conquistato parte della terra, abbiamo sterminato nazioni, abbiamo fatto le Crociate! E lo Spirito che abbiamo sentito, troppo spesso a buon mercato, presente nella Chiesa Ecco, quando parliamo e tentiamo di dare del Tu a Dio - cosa legittima per noi - dobbiamo fare sempre attenzione al mistero, all'oltre.

Se qualcuno di voi direbbe, anche soltanto a un bambino: "Ascoltami bene Pensate al "forno ardente" che passa attraverso gli animali divisi, nella storia di Abramo I primi cristiani davano grande importanza a questa veste bianca! L'apostolo Paolo dice che nel giorno del Battesimo ci siamo "rivestiti di Cristo" e i cristiani portavano questa veste bianca allora si battezzavano da adulti per un'intera settimana. Si sfama di cibo materiale: se sapessimo fino in fondo condividere la vita su questa terra.

Ecco quello che facciamo qui ogni domenica. Ci sono pagine del Vangelo che sono fondamentali nell'esperienza di fede di un cristiano. Non so se sia successo anche a qualcuno di voi, ma per me le frasi del Vangelo che abbiamo letto hanno costituito un po' il fondamento, il cuore stesso dell'avventura del mio cammino di fede.

L'attenzione si dava soprattutto alla teologia, alle grandi parole della filosofia greca e della grande tradizione teologica del cristianesimo dal medioevo fin quasi ai nostri giorni. Il Vangelo sembrava una cosa di secondaria importanza. Ho dato tanti esami e quello sul Vangelo era un esamino minore che comportava poche ore di studio. Poi, al tempo del Concilio si rimetteva al centro la Parola ed ho cominciato ad appassionarmi alla lettura del Vangelo, non l'ho fatto mai da solo e ricordo Noi tutti eravamo stati educati con le parole che parlavano di Dio con gli strumenti della filosofia greca!

Molti di noi si portavano nella fantasia religiosa l'immagine di quel gran triangolo con l'occhio che ti scrutava e ti giudicava in ogni momento della vita. Ma non vorrei essere frainteso Pensate alla donna sorpresa in adulterio sulla piazza. Pensate alla straordinaria parabola del Padre misericordioso. Io spero che anche a voi questa pagina possa dire qualche cosa. Tento di parlare, di comunicare cose importanti, ma sembra che questi semi non producano frutto".

Quei semi - secondo la parabola di oggi - portano frutti, frutti straordinari: chi cento, chi sessanta, chi il trenta per uno Avevano tentato di comunicare quello che era importante per loro, ma sembrava disperdersi tra i rovi della vita. Quanti insegnanti ho visto Se tanti artisti che vedevano i loro quadri disprezzati si fossero fermati! Al tempo stesso, Hamas cerca di sobillare le violenze a Gerusalemme usando i suoi subappaltatori del Movimento Islamico locale.

Le violenze palestinesi non hanno il potere di cambiare la parola delle Scritture. Ad ogni buon conto, le polizia israeliana fa bene a schierati e a intervenire a difesa dei luoghi santi di Gerusalemme.

Di Yair Lapid. Le alture del Golan sono una zona nel nord di Israele che non ha a che fare con il contenzioso israelo-palestinese. A chi esattamente dovremmo consegnarle? Ci sono in effetti tre o quattro opzioni possibili. Allora, come mai i prodotti dalle alture del Golan sono inclusi nel boicottaggio europeo? Sarebbe troppo facile per il REGNO di Dio distruggere immediatamente ogni resistenza, e poi, portare quasi tutto il genere umano all'inferno!

Di cosa stai parlando!? Se Unius REI poteva essere fermato? Mas ha risposto cosi' ai numerosi avvertimenti sulle possibili conseguenze negative dell'indipendenza venuti negli ultimi giorni da dirigenti e istituzioni di Madrid, che ha definito una "strategia della paura" per influire sul voto dei catalani domenica. Con l'indipendenza della Catalogna, il Barcellona, 23 volte campione di Spagna, finirebbe fuori dalla Liga, il massimo campionato di calcio. E' questa la posizione del suo presidente, Javier Tebas, e di quello del Consiglio superiore dello Sport spagnolo, Miguel Cardenal.

L seham elmasna3. Io direi: innanzitutto, non arriverete a 25 anni. La nazione iraniana — conclude Khamenei — ha cacciato questo Grande Satana.

Da: Times of Israel, 9. Di Michael Freund. Halpin, che ha messo in evidenza una notizia piuttosto ghiotta rimasta quasi completamente ignorata dalla grande stampa. Ha mostrato una particolare inclinazione per il macabro, diffondendo filmati in cui i suoi combattenti si dedicano orgogliosamente a decapitare, crocifiggere, affogare e bruciare vivi i loro prigionieri.

Per questo, il mondo deve un grazie a Israele. Da: Jerusalem Post, 2. Saeb Erekat. Ponendo precondizioni inutili, rendono impossibile la ripresa delle trattative. Da: Times of Israel, 7. Uno sguardo sui rischi che corrono in Medio Oriente le minoranze che non sono in grado di difendersi. Di Arnold Roth. Io e mia moglie siamo i genitori di una delle ragazzine assassinate in quel giorno.

Erano proprio loro il bersaglio: furono dichiaratemene e deliberatamente presi di mira in quanti civili e minorenni. Ma di un genere assai diverso, come abbiamo potuto constatare con una semplice ricerca in internet.

Poco importa se gonfiano addirittura il bilancio delle vittime: alla bomba umana vengono inviate calorosissime congratulazioni per il successo conseguito.

La strage di adolescenti non compare in nessun punto del resoconto. Hillel Neuer, autore di questo articolo. Firmato: Hillel C. Due importanti giornali britannici correggono il titolo, una volta capita la provocazione dei balilla palestinesi.

Coi volti coperti dalle bandane, un gruppo di adolescenti palestinesi guidava la marcia dal villaggio palestinese di Nabi Salih, in Cisgiordania, verso il vicino villaggio ebraico di Halamish. Mandano avanti donne e bambine.

Ma quando un soldato israeliano ferma un ragazzino che era stato spedito a lanciare sassi, i palestinesi — come loro consuetudine — mandano avanti donne e bambine. Da: informazionecorretta. Da: i24news,

Mai sepolti, an album by The Barbacans on Spotify We and our partners use cookies to personalize your experience, to show you ads based on your interests, and for measurement and analytics purposes. By using our website and our services, you agree to our use of cookies as described in our Cookie Policy.

6 thoughts on “Se Non Fossimo Soli - The Barbacans - Mai Sepolti ”

  1. Durante i giorni nuvolosi e piovosi, i suoi colori si intensificano e il rado muschio che cresce sulle sue pareti somiglia a chiazze di sangue. Nonostante non si conoscano storie di vere e proprie apparizioni, ci sono dicerie su strani rumori e colpi, voci, spostamenti di oggetti, vesti strattonate e rubinetti che si aprono da soli.
  2. Nov 28,  · Dopo ci siamo salutati come se fossimo appena usciti da un revival di film Disney e non l’ho visto mai più. Missione compiuta. Da allora, ogni tanto, mi concedo una sveltina con qualcuno.
  3. Senza ombra di dubbio è uno dei classici, dei miei classici, i Classidy, una tradizione che rinnovo ad ogni Natale, perché non è Natale senza “Una Poltrona per Due”, non è Natale senza le tette di Jamie Lee Curtis, non è Natale senza il Gorilla, la stella sull’albero, i regali sotto e “Una poltrona per due” da rivedere tutti i 24 dicembre della vita.
  4. Jul 05,  · CRONUS: come se ne PARLASSI, POI, del mio alto stato sociale. non potrebbe essere d importanza MINORE per me, ma credo che forse le persone ne siano ancora intimidite? probabilmente mi considerano superiore, nonostante le mie tranquille rassicurazioni che il mio lignaggio reale sia una cosa a cui NEMMENO PENSO MAI. tipo, no amico, sono proprio.
  5. E’ difficile non spazientirsi con bluesrock.granilargardajindforcerunner.infoinfo assurdita’ dei giovani che ci spiegano che due piu’ due fa quattro come se non ce ne fossimo mai accorti e sono delusi se non ci stupiamo come loro quando scoprono che la gallina fa le uova.
  6. May 13,  · from the 10": MAI SEPOLTI. Now including HGTV, Food Network, TLC, Investigation Discovery, and much more.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *